Come scegliere i cassonetti per le tapparelle di casa?

Profili ma non solo: quando si parla di serramenta e di rifiniture per gli infissi della propria casa, una scelta importante è quella che riguarda i cassonetti per tapparelle. Dalla resa estetica alla praticità, passando per la possibilità di isolare la casa, molto dipende infatti dai materiali e dai sistemi che si scelgono in questo senso. Una guida definitiva purtroppo non esiste, soprattutto perché non esistono scelte migliori in assoluto ma tutto va rapportato alle singole esigenze, ai risultati che si vogliono ottenere e, perché no, all’investimento che si è disposti a fare. Un consiglio che può essere generalmente valido, però, è: puntate a una soluzione che sia un buon compromesso quanto a qualità-prezzo e, soprattutto, rivolgetevi a dei professionisti con un’esperienza comprovata in materia.

Materiali, funzionalità, capacità di isolamento: cosa tenere in considerazione quando si scelgono i cassonetti per le tapparelle

Saranno i primi a potervi consigliare, per esempio, la tipologia di cassonetti per tapparelle che fanno più al caso vostro. A scomparsa, avvolgibili: oggi le aziende più all’avanguardia ne hanno in catalogo dei più vari per venire incontro alle esigenze di tutti, specie nel caso in cui ci siano problemi di spazio o di collocazione che rendano indispensabile, per esempio, che il cassonetto non si veda, eccetera. Se quella del modello è una scelta legata alla funzionalità, ben più importante è scegliere bene il materiale in cui sono realizzati i cassonetti. Chi ha maggiore familiarità con l’argomento, infatti, saprà di certo che si tratta dei punti della casa più vulnerabili quanto a dispersione del calore e anche i più profani si saranno di certo accorti di come da un cassonetto provengono spifferi, fastidiosi…e soprattutto costosi! Una delle principali ragioni per cui, durante l’inverno, la bolletta del riscaldamento lievita è proprio per l’involontaria dispersione di calore che non si riesce a controllare: scegliere le tapparelle e i cassonetti giusti, allora, può essere un buon punto di partenza per risparmiare un po’ o se si ha a cuore l’ambiente. La scelta ideale sarebbe, secondo alcuni esperti, quella del pvc: ha un ottimo potere isolante e sarebbe in grado di distribuire in maniera omogenea il calore. In realtà ci sono oggi sistemi molto più complessi che assicurano una resa migliore e, se l’obiettivo è isolare casa, una delle soluzioni potrebbe essere optare per cassonetti per tapparelle coibentati: le principali aziende del settore, come Sipar, hanno sviluppato nel tempo sistemi ad hoc. Resa, insomma, ma non solo: guardate anche al lato pratico e funzionale. I cassonetti per le tapparelle devono essere facili da raggiungere per poterne permettere la pulizia e la manutenzione e, soprattutto, devono essere funzionali e non risultare d’intralcio all’utilizzo stesso dell’apertura in questione. Per questa ragione, come in tutti gli altri casi in cui si tratti di interventi importanti sulle serramenta, la scelta migliore che si potrebbe fare è puntare alla qualità, a prodotti che garantiscono il meglio quanto a performance e che, se è vero che richiedono una spesa in più, sono anche di maggior valore.