Lavoretti in casa? Mai senza banchi da lavoro, carrelli porta attrezzi e armadi sicuri

Le riparazioni e i lavori manuali hanno un costo di manodopera spesso di non poco conto, per questo molti decidono di procedere da soli con i lavoretti di casa. Per alcuni invece è una vera e propria passione, un modo per staccare la spina e realizzare oggetti per la casa o per il giardino dando libero sfogo alla fantasia. Per quanto si parli di hobby e di tempo libero, non possiamo esimerci dal considerare di vitale importanza gli strumenti di lavoro. Non ci si improvvisa falegnami o meccanici, è importante avere delle competenze di base, un buon senso pratico e degli strumenti adeguati. Certo, gli utensili da professionista sono troppo forse, ma non importa spendere cifre altissime per lavorare bene. Di sicuro vi occorreranno almeno tre categorie di strumenti: i banchi da lavoro, gli armadi per gli attrezzi più ingombranti o pericolosi e i carrelli porta oggetti per gli strumenti che usate frequentemente. Vediamo come iniziare per allestire al meglio lo spazio di lavoro in casa.

I banchi da lavoro

Il banco da lavoro è il punto di partenza per il vostro hobby della domenica, la vera e propria spina dorsale della vostra attività. Con un piano d’appoggio in legno o in acciaio, con le ruote, con cassetti, con ripiani: le possibilità sono infinite così come le combinazioni di modelli e colori. Ci sono numerose tipologie di banchi da lavoro come quello da officina, quello classico in legno per i falegnami, il modello più semplice per chi si diletta in lavori di bricolage, insomma a ciascuno il suo. Chi deve acquistare un banco da lavoro per la casa non ha certamente le stesse esigenze in termini di performance di un’officina meccanica, quindi basterà optare per modelli di base. Le soluzioni proposte dai rivenditori spesso non sono adatte a tutte le tasche e questo aspetto frena spesso chi deve acquistare un modello per la casa. Tra i numerosi banchi da lavoro presenti in commercio, ce ne sono molti adatti agli appassionati di bricolage, lavoretti domestici e falegnameria che non gravano eccessivamente sul conto finale. Tra i banchi da lavoro più apprezzati ci sono quelli pieghevoli: sono la scelta ideale per coloro che cercano una soluzione in grado di occupare poco spazio. Al di là dei vari modelli esistenti, quello che più occorre tenere in considerazione è il piano su cui andremo a lavorare che serve a garantire l’appoggio di qualsiasi tipo di pezzo in fase di lavorazione.

I carrelli porta attrezzi

Dove custodire poi tutti gli strumenti che utilizzerete? Dotarsi di un carrello porta attrezzi è essenziale perché è necessario organizzare gli oggetti per scompartimenti se sono numerosi. In questo modo gli strumenti di lavoro potranno essere divisi per utilizzo e potranno essere spostati facilmente grazie alla presenza delle ruote sotto al carrello. In alternativa, ci sono in commercio diversi modelli di banchi da lavoro che hanno una parte superiore dotata di porta utensili. Un buon modo per ottimizzare gli spazi, certo, ma utile solo se gli utensili sono pochi e possono essere lasciati a vista.

Gli armadi, più sicurezza per tutti

Quando vengono effettuati lavori e riparazioni in casa è importante non lasciare mai in bella vista oggetti pericolosi. Per questo motivo gli armadi, meglio se blindati e dotati di lucchetto, sono un’ottima risorsa da prendere in considerazione per il vostro garage o il vostro spazio adibito alle riparazioni o falegnameria. Per strumenti ingombranti come ad esempio la morsa, la pialla o anche il trapano, può rivelarsi molto utile l’utilizzo di un armadio. Meglio non lasciare in giro questi strumenti e custodirli con attenzione in armadi robusti e sicuri. Adesso, dopo aver scelto tra i banchi da lavoro, gli armadi e i carrelli porta attrezzi quello che fa per voi, siete pronti ad allestire il vostro spazio.