Materassi memory foam: benefici ed utilizzi

Siamo nel 1966, nei laboratori della NASA due ricercatori americani mettono a punto un materiale nuovo che, a loro insaputa, rivoluzionerà il sonno di miliardi di persone: è proprio così che nasce una schiuma sintetica viscoelastica con memoria di forma.

Esatto, hai indovinato, stiamo parlando proprio di lui, del memory foam. Il primo utilizzo della schiuma memory foam è stato per rendere il più comodi possibili e per migliorare la sicurezza dei seggiolini degli astronauti che erano sottoposti a un diverso tipo di forza di gravità durante i loro viaggi. Ma una volta sperimentato questo nuovo materiale incredibile non c’era più via di ritorno: poteva essere utilizzato per rendere più agevole il sonno di tutti. È proprio così che nasce l’idea di utilizzare questo tipo di schiuma tecnica nei materassi.

Quando utilizzerai i materassi in memory foam ora potrai pensare ai sogni galattici che ti avvicinano agli astronauti, niente male, no? Se guardiamo le statistiche ci rendiamo conto che, progressivamente, in tutto il mondo occidentale, il vecchio materasso a molle è stato abbandonato per l’utilizzo dei materassi memory foam.

Ma perché così tanta gente sceglie i materassi memory foam? Innanzitutto, perché, con il tempo, è diventato un materiale più accessibile, sicuramente meno costoso del lattice. E non prendiamoci in giro, si sa, quando ci si approccia a una spesa importante, il prezzo è sempre un fattore fondamentale. Ma, ovviamente, non è questo il solo motivo per cui i materassi memory foam sono entrati nelle case di così tante famiglie. Basta leggere uno dei portali specializzati in informazioni, opinioni e recensioni sui materassi come materassi.pro per scoprire che i vantaggi e i benefici di un materasso memory sono davvero tanti!

La vera ragione per cui un individuo che prova per la prima volta un materasso in memory foam non lo vorrà più abbandonare è la sua incredibile capacità ad accogliere il corpo, sostenendolo in ogni parte e distribuendone il peso su tutta la superficie. Quando gli chiederai cosa ha provato nel dormire su questo tipo di materasso, ti risponderà: è stato come essere abbracciato e cullato per tutta la notte da una nuvola.

La forza del memory foam è quella di saper ridurre i punti di pressione: sul collo, sulle spalle e sulla colonna vertebrale. Ti capita mai di dormire su un vecchio materasso e di svegliarti dolorante con mal di schiena o collo rigido? Può succedere spesso se il materasso non è più in grado di sostenere in maniera adeguata questi delicati snodi del corpo.

Ah aspetta, ho un’altra buona notizia a questo proposito: questa tecnica quasi magica funziona in qualsiasi posizione. Il materasso in memory foam è in grado di adattarsi perfettamente alla forma del tuo corpo sia che la tua posizione preferita per addormentarti sia laterale sia che tu riesca a prendere sonno solo stando a pancia in su.

Ora che hai letto di tutti questi vantaggi riguardo ai materassi memory foam potresti chiederti: dove sta il trucco? Che tipo di inconveniente mi stanno nascondendo?

Come per ogni prodotto che entra così intimamente nel personale, non ci sono regole precise: c’è chi trova più piacevole dormire sul proprio vecchio letto sfondato per questioni sentimentali e chi non riuscirebbe mai a prendere sonno se non ben accolto su un materasso in memory foam.